CD Sabarande e Schiarazula

Sarabande. . .
Sarabande

Sarabande raccoglie le più importanti composizioni per chitarra sola, brani composti nell’arco di almeno vent’anni della mia carriera, quindi composti esclusivamente dietro una spinta emotiva ed ispirata.

In queste composizioni è raccolta tutta la mia filosofia musicale e chitarristica dove è presente sempre una linea melodica riconoscibile supportata da un’armonia ricercata e possibilmente non scontata ma che allo stesso tempo permette al brano una scorrevolezza nel fraseggio che ne facilita l’ascolto.

La decisione di incidere “Sarabande” è maturata dopo una stagione di concerti abbastanza proficua che mi ha dato modo di maturare l’esecuzione di fronte ad un pubblico spesso molto eterogeneo.

Quando ho capito di essere pronto sono entrato nello studio di registrazione ed ho registrato tutto in sei ore, due “trance” di tre ore separate dalla pausa pranzo, quindi un disco che ha un suono unico ripreso con il reverbero naturale dello studio che conferisce un sapore “live” all’incisione.

A distanza di tre anni dalla registrazione sono convinto che non avrei potuto fare di meglio su questi brani…era il giorno giusto, le mani rispondevano precisamente agli impulsi del mio cervello.

 

Il mio secondo CD Schiarazula


Schiarazula
è un lavoro più complesso e più “costruito” in quanto è stato necessario impiegare quattro mesi e diverse sedute per completare il lavoro. Comprende brani tratti dalla musica antica trascritti da me e Luisa Lauri per l’ensemble di musica antica composto da: flauti diritti, arciliuto, fagotto,voce  e percussioni oltre all’impiego delle chitarre su alcuni brani tra i quali una mia suite composta nello stile rinascimentale.

Dicevo lavoro complesso in quanto tutte le seconde linee melodiche del flauto sono state sovraincise dalla Lauri oltre alle percussioni sovraincise da entrambi.

Schiarazula è un lavoro a 360 gradi perché abbraccia diverse situazioni strumentali dalla voce accompagnata dal liuto all’organico al completo, alle due chitarre, flauto e chitarra ecc. questo per differenziare l’offerta musicale e renderla fruibile all’ascolto.